Lasciare le foglie sul prato per molto tempo

Togliere le foglie dal prato il prima possibile è sicuramente uno dei compiti più impegnativi del periodo autunnale.

Con l’abbassarsi delle temperature e l’aumento dell’umidità è necessaria qualche cautela in più.

Lo strumento ideale per questa operazione è il soffiatore. Meglio se un modello a batteria, più ecologico, silenzioso e di facile manutenzione.

Soffiando le foglie non si esercita un’azione meccanica sul prato e si evita di rovinarlo.

In alcune situazioni si può utilizzare l’apposita scopa (meglio un modello in plastica) o, se le foglie sono abbastanza grandi, anche l’apposito rastrello.

E’ meglio intervenire con il clima più asciutto possibile, quindi nel primo pomeriggio di una bella giornata di sole. Conviene agire tutte le volte che si presentano le condizioni adatte: una piovuta renderebbe il tutto più lento e difficoltoso.

Se le foglie sono molto bagnate ed aderenti al terreno è meglio non insistere troppo ed accontentarsi di raccogliere quelle che si staccano per prime.

Consiglio:
buttare le foglie nei cassonetti o in discarica è una fatica e uno spreco inutile: le foglie sono un’ottima pacciamatura per le aiuole, le siepi e l’orto; tengono a bada le infestanti, proteggono il terreno dagli sbalzi di temperatura e ne migliorano la struttura, rendendo inutili le concimazioni.
Perché non usarle in questo modo? Se pagate il manutentore ad ore avrete anche un bel risparmio

Start typing and press Enter to search

Shopping Cart